In vacanza con i più piccoli: regole e consigli da seguire

  Aggiungi ai preferiti
Dalla corretta digestione all’esposizione al sole, ecco alcuni segreti per un'estate sicura

Dopo un lungo anno lavorativo, è arrivato il momento di andare in ferie. Una vacanza che, tra mare e montagna, ci allontana dagli stress quotidiani per ricaricarci le pile e tornare a settembre più energici e motivati. Un discorso che vale tanto per noi quanto per i più piccoli che non vedono l’ora di mettere da parte i libri scolastici per godersi le vacanze estive con i genitori.

Ma ci sono alcune regole da seguire affinché le vacanze vadano nel miglior modo possibile. Quindi sedetevi, prendete appunti e preparatevi per un’estate da sogno in compagnia di tutta la famiglia.

L’orario perfetto

L’estate è sinonimo di mare. Un passatempo amato da grandi e piccini che non vedono l’ora di entrare in acqua e nuotare in compagnia dei genitori. Ma è fondamentale considerare che l’esposizione al sole può provocare scottature e pericoli per il nostro corpo negli orari più caldi della giornata.

Quindi ricordatevi sempre di portare i più piccoli dalle sette alle dieci del mattino oppure dopo le sedici del pomeriggio. E se proprio non ne vogliono sapere nulla di tornare a casa, è importante farli giocare sotto l’ombrellone.

5 consigli per affrontare l'estate più calda di sempre

La corretta digestione

Tutti ricordiamo con un profondo senso di fastidio e insofferenza la lunga attesa imposta dai genitori per entrare in acqua. Una regola di base corretta che, complici le maggiori conoscenze sul tema, può essere alleggerita a patto di rispettare alcune indicazioni. 

Come prima cosa, è preferibile consumare carboidrati piuttosto che proteine. Quindi la classica insalata di pasta e riso oppure il panino con il tonno e pomodoro sono degli spuntini ideali per placare il senso di fame e concedersi un bagno senza aspettare le canoniche tre ore di digestione raccomandate da generazioni e generazioni di genitori e parenti.

Niente tuffi

I bambini amano tuffarsi. Ma è inutile negarlo, i tuffi possono essere molto pericolosi per grandi e piccoli. E il motivo non è legato semplicemente alla paura di incappare in scogli celati sotto la superficie dell’acqua ma a uno dei principali pericoli dei bagni al mare: la congestione.

Un’alimentazione leggera è sicuramente il primo step per evitarci lunghe e interminabili attese sotto l’ombrellone. Ma un altro pericolo è anche lo shock termico causato appunto dalla traumatica esposizione di un corpo sudato e accaldato nell’acqua. Quindi è fondamentale ricordarsi di entrare lentamente in mare abituando il corpo alla temperatura dell’acqua. 

5 trucchi per risparmiare in vacanza

La crema solare

Come la scienza ci insegna, l’esposizione prolungata ai raggi UVA e UVB può essere pericolosa per la salute. Quindi non bisogna mai dimenticarsi di proteggerci dal sole applicando la crema solare su tutto il corpo.

Un discorso che vale tanto per i grandi quanto in particolare modo per i più piccoli che amano giocare a lungo in acqua correndo il rischio di scottarsi. Come prima cosa, è decisivo applicare la crema solare a casa prima di esporsi al sole. E, ancora più importante, è indispensabile ricordarsi di applicarla nuovamente ogni due ore per essere sempre protetti dal sole.