Parola di Influencer: Serena De Giusti

  Aggiungi ai preferiti
Moda, viaggi e maternità: i segreti di una mamma influencer
di Carlo Andriani

Equilibrista, grintosa e organizzata. Si definisce così Serena De Giusti, Content Creator e Blogger che racconta le sfide e le emozioni quotidiane della maternità. Seguita da oltre 30mila followers su Instagram, l’autrice del blog mammadalprimosguardo scrive di moda e viaggi e collabora con grandi brand tra cui l’iniziativa legata ai prodotti Vivi Verde, il marchio biologico di Coop.

In una breve pausa dai mille impegni quotidiani, Serena De Giusti ci ha rivelato in esclusiva i segreti di una delle mamme più seguite d’Italia:  

Come inizia la tua avventura da influencer?

Sono prima di tutto una blogger che scrive articoli per il web e gestisce i suoi social. Racconto la mia esperienza e, se le persone si fidano di me e seguono i miei consigli, sono felice. Ma il termine “influencer” mi sta stretto anche considerato il tempo che dedico al blog che è un po’ il mio terzo figlio. Mi piace pensare che le persone abbiano una loro testa e non si facciano condizionare ma consigliare. Amo scrivere da sempre ma, da quando sono diventata mamma, ho iniziato a scrivere in rete, prima per gioco e poi per desiderio di condivisione. Quando è nata la mia seconda figlia, mi sono licenziata e ho deciso di aprire la partita Iva. 

La professione di influencer è conciliabile con quella di mamma? 

Assolutamente sì. Ho scelto di lasciare il mio vecchio lavoro di assistente di direzione per scrivere per il web perché potevo farlo ovunque e in qualsiasi momento, godendomi le mie bambine. Le porto a scuola e le vado a prendere, le accompagno a danza e le porto con me quando qualche lavoro è adatto alla loro presenza. In poche parole, mi godo le mie bambine facendo quello che amo di più: scrivere. 

Quale è il segreto del tuo successo e perché hai deciso di intitolare il tuo blog “mammadalprimosguardo”?

Successo è una parola grossa. Mi sento realizzata all’idea che molte mamme si identifichino in quello che scrivo e si facciano una risata leggendomi. I social devono, prima di tutto alleggerire, quindi sento di aver raggiunto il mio scopo. Il nome del blog si riferisce alla mia avventura da mamma. Dopo aver letto tanti libri ed essermi confrontata durante i nove mesi di gravidanza, ho guardato mia figlia negli occhi e ho realizzato di essere diventata mamma. Ho sempre avuto una visione romantica della maternità…

Che ricordi hai della tua collaborazione con Coop? E che ruolo hanno nella tua alimentazione quotidiana i prodotti Coop?

Semplice, diretta e lineare, la collaborazione con Coop è uno dei motivi per cui amo il mio lavoro. Riporto sul blog e sui social la mia vita e i prodotti che consumo. Frequento Coop da sempre e sono felice di essere stata scelta come “mamma influencer” per i prodotti Vivi Verde che provengono interamente da agricoltura biologica: un bel valore aggiunto alla nostra collaborazione.

Quale è il segreto per una spesa (e per una vita) più sostenibile?

Sono per una dieta più variabile possibile. Cerco di stare attenta ai prodotti che metto in tavola ma sono pro varietà e libertà. Non impongo veti rigidi o regole difficili da seguire. Amo variare scegliendo i prodotti migliori per un cibo più buono e sano.

Che consigli daresti a una mamma che ha il sogno di diventare influencer?

Nella vita si può sempre provare e si può sempre migliorare. Se una mamma ha voglia di scrivere o di lasciare una traccia della sua esperienza, lo può fare attraverso i social. Ma se si vuole trasformare una passione in lavoro occorre impegno, dedizione e onesta nei confronti del lettore e di se stessi. Non bisogna improvvisarsi o utilizzare mezzucci ma seguire una logica e studiare un piano. Comprare followers e interazioni aumenterà i tuoi numeri ma non ti farà diventare influencer. È sempre meglio puntare sulla qualità che, alla fine, ripaga sempre. 

Che rapporto hai con le mamme che ti seguono? 

Ho incontrato molte mamme che sono diventate amiche. Alcune mi seguono dall’inizio quindi posso dire di essere cresciuta anche grazie a loro. 
Cerco di rispondere senza cadere in polemiche sterili come fanno molte mie colleghe. Per me contano i sorrisi che spero di regalare e che ricevo e i miei sorrisi quando altre mamme mi rendono partecipe delle loro vite. È uno scambio equo. 

Ci racconti la tua giornata tipo?

Mi sveglio, preparo la colazione e porto le bambine a scuola. Poi vado un’oretta in palestra e, dopo la doccia, inizio a lavorare. Rispondo alle email, scrivo bozze, edito le foto scattate nel weekend e rispondo ai commenti sui social. Alle 15:30 vado a prendere le bambine e le accompagno a fare sport. Alle 19:30 abbiamo già finito di cenare e alle 20:30 le metto a letto. Così mi rilasso guardando la tv o, se devo finire alcuni lavori in sospeso, ricomincio a lavorare.

Con quale mamma influencer ti piacerebbe collaborare? 

In realtà ci sono moltissime amiche e colleghe con cui ho lavorato tra cui Chiara Maci che, prima di essere un personaggio, è un'amica da oltre dieci anni. Questo lavoro è un’occasione unica per vedere persone che stimo e a cui voglio bene. 

C’è qualcosa della tua quotidianità familiare che ami tenere tutto per te?

Quando le mie figlie litigano... una cosa che accade spessissimo. Ma rispetto la loro privacy! E poi io regalo sorrisi, non ansie. Quando c’è stato qualche problema di salute, ho preferito parlarne dopo e non nel momento stesso per dare una visione positiva e non allarmistica della realtà.

Come educhi le tue bambine al rispetto e all’amore per l’ambiente?

Ricordo loro che tutto quello che abbiamo non è scontato: dal cibo alle cose più futili come i vestiti e i giochi. Cerco di insegnare a non sprecare, il cibo in primis ma anche le risorse che abbiamo a disposizione. Spero che le generazioni future abbiano una visione migliore di quella che abbiamo avuto noi per anni. 

Photo Credits: Serena De Giusti