Le regole d'oro per coltivare l’orto in casa

  Aggiungi ai preferiti
Dalla distanza tra le piante alla scelta del terreno, ecco qualche consiglio per creare un “angolo verde” in casa

Una casa senza un giardino o un orto è come se fosse incompleta”. Le intramontabili parole di A. Bronson Alcott sono ancora oggi attuali.

In un momento storico in cui ci ritroviamo a vivere e lavorare tra le mura domestiche, coltivare l’orto in casa è un’attività tanto semplice quanto fondamentale. Una passione che ci permette di veder nascere frutti, ortaggi, erbe e aromi che si fondono alla perfezione con il piacere culinario.

Ecco alcune regole da seguire per creare un “angolo verde” a prova di relax. 

Le basi per iniziare

Le regole base per assicurare la fioritura dell'orto sono semplici: come prima cosa, acquistate vasi (di plastica o terracotta) adatti alle dimensioni delle vostre piantine e annaffiate l’orto al tramonto per garantire l’assorbimento ottimale dell’acqua durante la notte.

La qualità è un valore aggiunto quindi scegliete un buon terriccio per drenare l’acqua in eccesso. E ricordate, nelle stagioni calde, di annaffiare le piante con maggiore frequenza. 

Smart Working: 5 consigli per lavorare da casa

Che cosa piantare

Prima di iniziare, ricordate che ortaggi e frutti sono strettamente legati al clima e alle stagioni. Se siete alle prime armi, partite con la lattuga che, dopo poco più di un mese, vi permetterà di servire in tavola i primi frutti del vostro orto.

Altrettanto facili da piantare, le piante aromatiche richiedono poco spazio per crescere rigogliose. E le fragole, il frutto primaverile per eccellenza, sono perfette per dare colore (e sapore) al vostro orto. Ma tra fagiolini, cavoli e pomodori, la scelta è pressoché infinita. 

Le giuste distanze

In un momento storico in cui siamo costretti al distanziamento sociale, anche le nostre piante necessitano di distanze specifiche per crescere forti e rigogliose: 40 centimetri per pomodori, peperoni, melanzane e 100-150 centimetri per anguria, melone e zucca sono solo un esempio di alcune misure da rispettare nel nostro orto.

L’esposizione al sole è determinante nella selezione di ortaggi e piante: se un balcone soleggiato può accogliere qualsiasi tipo di pianta, un balcone in ombra restringe la scelta a ortaggi come cicoria, cavolo e prezzemolo che hanno bisogno di poca luce per fiorire. Chi vive in zone particolarmente trafficate e soggette a inquinamento da polveri sottili, può coprire l’orto con un telo.

Amici Speciali: 5 buone ragioni per avere un animale domestico

I benefici naturali

Complici la calda stagione primaverile e l’importanza di passare più tempo possibile tra le mura domestiche, coltivare un orto in casa è un’attività rilassante da fare soli o in compagnia dei più piccoli che possono imparare tante cose sulla coltivazione

Quando avrete preso confidenza con il vostro "angolo verde", potrete iniziare a ripiantare scarti alimentari come la radice bianca di finocchio, scalogno, erba cipollina e lattuga romana. Dopotutto non c’è soddisfazione più grande di cogliere i preziosi frutti del nostro orto!