Sfera d’attrazione

  Aggiungi ai preferiti
3 Agosto 2022
Le coltivazioni del futuro nascono da Sfera Agricola, in Maremma, grazie alla tecnica idroponica. Più che sostenibile.

Articolo pubblicato su NuovoConsumo del mese di luglio 2022

Vai all'Archivio di NuovoConsumo

Forse non tutti sanno che nel cuore della Maremma toscana, e più precisamente a Gavorrano (GR), esiste una serra idroponica sostenibile e all’avanguardia per l’agricoltura italiana, una serra di ben 13 ettari a corpo unico. Si chiama Sfera Agricola ed è nata nel 2016 dall’idea di realizzare il primo impianto di produzione agricola completamente “verde”.

Goccia dopo goccia

Alla base del progetto Sfera regna sovrana la consapevolezza della necessità di imparare a produrre di più, meglio e con meno acqua, e di poter sostenere la lotta ai cambiamenti climatici. Nell’azienda maremmana vengono unite la tecnologia idroponica alle migliori pratiche gestionali per il controllo di tutti i fattori chiave e per ottenere una produzione sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico. Così Sfera è riuscita a produrre pomodori utilizzando il 90-95% di acqua in meno rispetto alla tradizionale agricoltura in campo aperto. Così ogni singola goccia d’acqua ha valore e viene veicolata in un circuito chiuso che collega i bacini di raccoglimento acque piovane agli impianti di irrigazione che recuperano anche gli esuberi per nutrire la piante con zero sprechi. Un percorso in cui l’acqua viene filtrata sia in entrata che in uscita per garantirne un’eccellente qualità.

Il suolo fatto di

«La tecnica idroponica – spiega Andrea Trombetta, amministratore delegato di Sfera Agricola – è il futuro dell’agricoltura, perché consente di soddisfare i bisogni della popolazione mondiale che continua ad aumentare, mentre il suolo coltivabile diminuisce. È la via della sostenibilità in campo agricolo». Sostenibilità, qualità dei processi e del prodotto, gusto e freschezza sono i valori di fondo che guidano l’operato quotidiano dell’azienda.

Dentro Sfera tutto è «protetto e controllato – conclude Trombetta – affinché le piante possano crescere sane e forti dando frutti più genuini, buoni, gustosi e più sicuri per la salute, anche perché privi di metalli pesanti e di agenti inquinanti».

Di sana pianta
I pomodori nickel free, bontà a tutto tondo.

Al momento Sfera Agricola produce diversi tipi di pomodoro. Tutti sono certificati nickel free e quindi indicati per allergici o intolleranti ai metalli pesanti e adatti a chi desidera mangiare prodotti genuini. L’assenza delle sostanze inquinanti e dei metalli pesanti all’interno dei prodotti Sfera è assicurata, inoltre, dalle analisi di laboratorio costantemente effettuate sull’acqua e sui nutrienti da somministrare alle colture. Sfera inoltre per proteggere le sue piante dai diversi patogeni esistenti utilizza con successo le strategie di difesa integrata, con particolare attenzione alla lotta biologica.